Back

Rubrica NAMM - VU Meter

Pioniere tra gli strumenti per la misurazione del livello di un segnale audio, il VU Meter mantiene tutt'oggi il suo fascino.

Il suo funzionamento è molto semplice: un ago reagisce alle variazioni d'ampiezza del materiale audio e ne mostra il valore grazie alla scala graduata posta sullo sfondo.

La particolarità del VU meter è che la risposta nella misurazione non è istantanea, ma ha un certo ritardo dovuto all'inerzia del circuito stesso. Anche se ciò potrebbe sembrare uno svantaggio, e in effetti in alcune circostanze lo è, questa sua peculiarità permette di avere una valutazione reale e più plausibile di quello che è l'effettivo volume percepito dall'orecchio. Detto in parole povere, mostra, invece del volume di picco, un valore di volume più vicino al RMS.

Sviluppato a partire dalla fine degli anni '30, si è imposto sul mercato nel corso dei decenni fino all'avvento dei moderni meter digitali.
Mixer, amplificatori e outboard di ogni sorta continuano tuttavia anche nei modelli più recenti a montare un VU meter al loro interno; in modo esclusivo, o in sistemi ibridi con meter a LED.

Oggi, oltre ad essere ancora estremamente utile, il VU meter è diventato anche un modo per attirare i nostalgici delle apparecchiature vintage. Per questi motivi ne esistono svariate riproduzioni digitali utilizzabili su qualsiasi PC, che vedremo nei prossimi articoli.

Stay tuned!!!

  


Scritto da: Claudio Meloni  -  19 Gennaio 2015

namm scuola di musica vu meter
top